L’HEVC, High Efficiency Video Coding (o H.265) è il nuovo codec creato appositamente per gestire i segnali Ultra HD e lo streaming video di prossima generazione. Così come l’H.264 è stato il codec del Full HD e del HD, HEVC diventerà il codec dell’Ultra HD: questo promette una riduzione di circa il 50% di bit-rate rispetto all’H.264, ma al momento è ancora una tecnologia in sviluppo.

La bozza dello standard è stata approvata a fine gennaio 2013 e l’ITU ha approvato l’HEVC come standard il 13 aprile 2013. Ma il risparmio di banda sarà ovviamente a tutti i livelli. La necessità di una nuova tipologia di codifica specifica per l’UHD è strettamente connessa anche con l’esplosione della fruizione di contenuti multimediali su mobile. Sarà così possibile usufruire di contenuti alla massima qualità su smartphone e tablet con un risparmio di banda consistente.

I Satelliti sono una naturale piattaforma per la diffusione di contenuti Ultra HD grazie alla loro disponibilità di banda e di copertura. L’Ultra HD richiede capacità di trasmissione significativa, che alcuni sistemi terrestri non saranno in grado di fornire ovunque ed immediatamente.  La capacità delle trasmissioni via satellite è completamente trasparente e non richiede nessuna modifica per accogliere le trasmissioni Ultra HD. Su satellite esistono già canali sperimentali che trasmettono segnali Ultra HD, ma non visibili agli utenti. Su Eutelsat 10° EST viene trasmesso un segnale Ultra HD su quattro diversi canali Full HD e per visualizzarlo serve un decoder apposito in grado di unire il “puzzle” in un unico segnale 4K. Su Astra, invece, sono iniziate trasmissioni sperimentali in DVB-S2 e HEVC, ma anche in questo caso servono decoder che ancora sono prototipi. Situazione analoga anche per il digitale terrestre: in Corea sono state fatte prove di trasmissione di segnali Ultra HD su digitale terrestre con DVB-T2 e HEVC, ma si tratta sempre di sperimentazioni. Nel 2014, i mondiali di calcio del Brasile verranno registrati e trasmessi da Sony in 4K, tuttavia saranno visibili solo nei cinema o in aree ristrette. Ci vorrà qualche anno prima di vedere un evento live trasmesso in Ultra HD, e la piattaforma candidata dovrebbe essere il satellite.

Sarà il 4K il futuro delle trasmissioni broadcasting e dei Televisori? Il consorzio DVB  ad Amsterdam mostrerà al proprio stand un esempio di broadcasting 4K con codifica HEVC trasmesso in un bouquet DVB – T2, utilizzando un unico canale 8 MHz .

I agree to have my personal information transfered to MailChimp ( more information )