Occupiamoci della serie top della Samsung chiamata QLed. Proviamo a vedere se riusciamo ad esser chiari e concisi sui modelli e i pollici corrispondenti. Partiamo dal modello QLed7 costruito con pannello piatto e curvo ed i formati costruiti sono: 49”,55”,65” e 75” pollici (il 75” solo per il modello FLAT). Per quanto riguarda la serie QLed8C è stato pensato solo con pannello curvo e il suoi formati sono: 55”,65” e il 75 pollici. E per concludere, il modello TOP è il QLed9F in versione FLAT costruito nel formato 65” e 88 pollici. Cominciamo a fare chiarezza su che che cos’è la tecnologia QLED. E’ l’ acronimo di Quantum Dot Led, ed è il sistema a punti quantici per generare l’immagine. Questa tecnologia è già in produzione da alcuni anni e sono stati utilizzati nei modelli di Samsung nei prodotti di fascia alta nel 2016. La versione 2017 incorpora in più una lega di metallo nella sua fabbricazione, consentendo immagini più luminose e il colore molto più intenso e vivo. Rispetto alla gamma dello scorso anno, la nuova tecnologia QLED offre colori luminosi, più caldi e angoli di visione più ampi.

I televisori sono compatibili con HDR e supera la specifica HDR10, che garantisce fino a 2000 nanometri di luminosità di picco e colore a 10 bit. Per ottenere il meglio da questo televisore, dovrete vedere contenuti in UHD con HDR. Un lettore Blu-Ray UHD sarà la migliore fonte, anche se alcuni contenuti sono già disponibili tramite streaming, anche se la connettività web giocherà un ruolo fondamentale. Qui il motore di elaborazione Q mostra quello che è in grado di creare: immagini incredibilmente nitide, neri pungenti, abbondanza di dettagli di ombre, colori ricchi e vibranti e movimento liscio.

La tecnologia Ultra Extreme Black contribuisce a ridurre i riflessi e, rispetto ad altri televisori LED, gli angoli di visione sono impressionanti. Non sono comunque larghi come lo schermo OLED, e le limitazioni della retroilluminazione a LED si presentano anche in piccoli dettagli, come ad esempio le evidenze sull’acqua e simili. Ma in generale, il dettaglio dell’immagine è vicino all’ OLED e la tecnologia QLED è certamente più luminosa e con colori più ricchi.

Le differenze tra i tre modelli sono:

  1. L’ indice di performance chiamato da Samsung PQI, pixel quality index (indice di qualità del pannello tv), dove il Q9F è a 3400, il Q8C a 3200 ed infine Q7 a 3100.
  2. La qualità sonora si passa dal 40 watt per 2 diffusori e 2 subwoofer sul Q7, al 60 watts per quattro diffusori e due subwoofer sul Q8C e Q9F.
  3. Il modello Q9F ha in più la versione PRO del sistema tecnologico Precison Black, che è presente su tutti gli altri modelli della stessa serie.

QLED8 CURVED

Il Q7 è il più economico della gamma QLED e pensiamo che sia anche il prodotto più interessante, per qualità e prezzo. Il TV è 4K con risoluzione 3840×2160 linee, ha un processore Quad core per elaborare al meglio le immagini e supportare bene la sua internet Tv. La tecnologia Hdr è la QHdr 1500 per dare una migliore luminosità ed ovviamente, come già anticipato, per la parte tecnologica dei colori ha il Qunatum Dot. Inutile dire che la qualità visiva è più che soddisfacente. I nostri test sono risultati tutti positivi sia quello sulla fluidità dell’immagine che quello su gli unici colori. Unica nota negativa, si fa per dire visto la buona qualità del prodotto, la poca profondità del nero.

In dotazione

La sua connettività si presenta con il doppio sintonizzatore terrestre e satellitare di 2′ generazione in Hd con codec Hevc, 04 porte Hdmi, di cui una Arc, le 03 entrate Usb, di cui una veloce in 3.0, per poter registrare vari eventi anche programmandoli su un Hard Disk, una porta ottica per impianti audio e/o Home Theatre, una connessione analogica in modalità Rca (vedi foto), possiede il modulo Bluetooth per collegare una cuffia piuttosto che una tastiera e/o un mouse e completano la dotazione il lettore di cam dove potrete inserire il portatessere per la piattaforma di Tivùsat Hd o quella per la tv a pagamento del digitale terrestre di Mediaset Premium. Le Certificazioni tivu-on e DGTVi Platinum ovviamente completano i servizi dei due sintonizzatori.Il suo sistema operativo, chiamato TIZEN, comprende un browser per accedere liberamente al web e al suo interno troviamo tutte le app più importanti italiane e non del mondo dell’ intrattenimento televisivo, da Netflix a Sky tv da Premium Play a Infinity e cosi via.

Il design

Il QLed8C  a differenza della serie minore ha una splendida base in metallo spazzolato a forma cilindrica  fornisce al tv un design molto raffinato e di splendido impatto visivo, anche perchè la sua cornice è quasi inesistente. Cosa non di poco conto la parte posteriore del tv non è nella solita plastica orrenda nera ma con una rifinitura  simile al metallo.

Per chi è consigliato

Per chi è alla ricerca di un televisore che ha una buona qualità video ma possiede, a differenza del modello inferiore, un’ ottima qualità sonora ed un design di buon livello. La brillantezza, i suoi colori molto accesi e il coinvolgimento che dato il pannello curvo, danno al QLed8 curvo, un buon motivo per prendere in considerazione il presente tv nonostante il suo costo elevato.

Cliccate qui per leggere il manuale d’istruzioni.

I agree to have my personal information transfered to MailChimp ( more information )